ZenZero

PEN SPACE

Ne vale la penna

Più in alto di così non potrei

Ero a Liverpool l'anno scorso, e il cuore mi batteva molto forte ancor prima di atterrare all'aeroporto “John Lennon”, piccino quanto quello di Bari. Il solo pensiero di calpestare lo stesso suolo calpestato dai Fab Four in epoche lontane, mi riempiva di un effetto straniante quanto fibrillatorio. Ma non vorrei dilungarmi.


Sono qui grazie a una fantastica teoria che poco ha di scientifico, secondo cui basta desiderare fortemente qualcosa ed ecco che più o meno, il desiderio si avvera.

Il dolce gentiluomo inglese in foto, accanto al quale sono seduta, è nientemeno che Rory Best, il fratello di Pete Best, il primo batterista dei Beatles.

Non vi narreró di come questo incontro sia accaduto, perché il caso, solo il caso, ha mosso i fili fin dall'inizio.


Rory è anche il figlio della leggendaria Mona Best, la lady che diresse il locale "Casbah" per molti anni. Gli autentici fan dei Beatles sanno bene cosa girava attorno al nome di Mo, come usavano chiamarla.

Mo è stata la prima a credere nel nuovo sound dei quattro ragazzi all'inizio della loro carriera. I Beatles suonarono alla Casbah per almeno novanta volte, e fu proprio grazie a lei che i quattro ebbero l'opportunità di crescere musicalmente.


Che magnifica esperienza. Ero a Liverpool per altre ragioni, e senza che io abbia alzato un dito perché ciò accadesse, sono arrivata a un passo dal sogno di incontrare Paul, o Ringo.

Paul , intanto, ha fatto visita alla Cavern solo una settimana prima che io mettessi piede nell'altro storico locale. Insomma, chi si vanta di aver preso un caffè con il cugino di Gigi D'Alessio...


P.S.: il libro che Rory mostra in foto è un documento straordinario sulla vera storia degli esordi. L’ho letto mentre ero là , felice di averlo fatto. Acquistarlo su internet , in seguito, non sarebbe stata una buona idea. Costa più di 200 sterline.



0 visualizzazioni

ZenZero Editore - P.Iva 02626260695

  • Black Facebook Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Twitter Icon sociale